Concluso con successo l’aumento di capitale di Glass to Power. Grazie al crowdfunding raccolti 2,250 milioni di euro da 500 nuovi investitori.

Milano, 5 luglio 2018 – Si è conclusa con successo per Glass to Power la seconda campagna di equity crowdfunding iniziata il 15 maggio. E’ stata utilizzata la piattaforma di CrowdFundMe che ha permesso a Glass to Power di realizzare il suo aumento di capitale da 2 milioni e 250 mila euro, raccolti da circa 500 nuovi investitori in meno di cinquanta giorni. Si tratta di un record per l’Italia: è la prima volta che un crowdfunding raggiunge e supera la soglia dei 2 milioni di euro. La startup innovativa ha saputo sfruttare le risorse già raccolte nel 2017 con la campagna precedente (300.000 euro dai soci fondatori e da 54 nuovi investitori) per sviluppare la sua tecnologia fino a uno stadio pre-market e per trovare partner industriali. Un apporto fondamentale all’aumento di capitale è arrivato dalla Federico De Nora SpA, società holding del Gruppo Industrie De Nora, multinazionale italiana leader nelle tecnologie elettrochimiche per la crescita sostenibile: essa è stata tra i fondatori di Glass to Power e detiene il 25 per cento del capitale. In questa fase ha riaffermato la sua fiducia investendo 626.740 euro.

E’ di pochi giorni fa la notizia dell’acquisizione da parte di Glass to Power della famiglia di brevetti delle finestre fotovoltaiche trasparenti dell’Università di Milano Bicocca per un milione di euro, che permetterà alla società di valorizzarsi e rendersi autonoma in termini di gestione della proprietà intellettuale. Il resto del capitale raccolto sarà investito in altre operazioni strategiche nell’ottica di accompagnare Glass to Power verso un ulteriore salto dimensionale e, in prospettiva, a una quotazione in Borsa nell’arco dei prossimi due-tre anni. La tecnologia è ormai in grado di consentire la realizzazione di una linea di produzione industriale di finestre con buone prestazioni a costi relativamente contenuti. La previsione è di realizzare le prime installazioni sperimentali entro la fine di quest’anno, per iniziare la vera e propria commercializzazione nei primi mesi del 2019.

Il 4 luglio Glass to Power è risultata tra i vincitori della seconda edizione del Premio Mario Unnia, promosso dalla società di revisione contabile e consulenza alle imprese BDO Italia con l’obiettivo di mettere in luce quelle aziende che fanno del termine “talento” la loro visione, che mostrano crescita e creano valore per il territorio e per il Paese.

A BDO è stato affidato, già ad Ottobre 2017, l’advisoring finanziario per ottenere una valutazione indipendente di Glass to Power, che è risultata essere di 9 milioni pre-money. A marzo Glass to Power è stata trasformata in società per azioni. A valle dell’aumento di capitale, quindi, Glass to Power ha un valore di 11.250.000€.

Glass to Power (www.glasstopower.com) è uno spin-off dell’Università degli Studi di Milano Bicocca, fondato a settembre 2016, con l’obiettivo di realizzare finestre e vetrate fotovoltaiche integrabili in edifici di ogni tipo senza alcun impatto estetico. Questo è possibile grazie alla tecnologia denominata LSC – Luminescent Solar Concentrator, che fa uso di nanocristalli inseriti in lastre di plexiglass: i nanocristalli convertono la luce solare in raggi infrarossi che vengono riflessi all’interno del pannello fino ad arrivare al bordo dello stesso. Qui una sottile striscia di celle fotovoltaiche al silicio converte i fotoni infrarossi in corrente elettrica con un’elevata efficienza. L’energia fluisce invisibile dai vetri trasparenti delle finestre di case, uffici, centri commerciali, direttamente ai sistemi di accumulo o per l’impiego immediato da parte di qualsiasi utenza.

Menu